Uber diviene Gold Member della The Linux Foundation

Uber, nota società che fornisce un servizio di trasporto automobilistico privato attraverso un’applicazione mobile, ha deciso di aderire alla The Linux Foundation diventando Gold member.

La notizia è stata ufficialmente resa nota durante l’Uber Open Summit 2018. Inoltre, Uber farà parte del gruppo TODO che consente alle aziende, partecipanti all’iniziativa, di collaborare a progetti e strumenti basati su soluzioni open source.

N.B Tra gli iscritti della Linux Foundation vi sono: Google, Samsung, Microsoft, Huawei, Qualcomm, IBM, Intel, Canonical (Silver), Red Hat (Silver) e SUSE (Gold). Per un totale di ben oltre 800 membri.

Con il livello Gold, Uber, otterrà l’accesso a una lunga serie di tecnologie come: Open Network Automation Platform (ONAP), Cloud Native Computing Foundation (CNCF), Hyperledger, EdgeX Foundry, Automotive Grade Linux, Core Infrastructure Initiative e molte altre.

Thuan Pham, CTO dell’azienda, ha così commentato la scelta di aderire alla The Linux Foundation:

“La tecnologia open source è la spina dorsale di molti servizi di base di Uber e mentre continuiamo a maturare, queste soluzioni diventeranno sempre più importanti. La Linux Foundation non solo supporta molti progetti open source importanti , ma crea anche un ambiente aperto per aziende che lavorano insieme allo sviluppo di queste tecnologie. Siamo onorati di far parte della Linux Foundation e vogliamo promuovere una maggiore collaborazione con la comunità open source“.

Pierfranco Gubitosa

Consulente SEO e webmaster freelance per passione.

Potrebbero interessarti anche...