Più attacchi informatici, dal 2017 al 2018, ma meno complessi

Secondo quanto è emerso dal 23° volume del Security intelligence report (Sir) di Microsoft, che offre una panoramica sulle minacce cyber, tra febbraio 2017 e gennaio 2018 gli hacker hanno preferito prendere di mira grandi gruppi di utenti con attacchi informatici semplici piuttosto che concentrare le forze su dati più pregiati ma che richiederebbero più competenze, tempo e più investimenti.

Dal rapporto si evince che nel 2017 la scena è stata dominata dai botnet (reti di computer infettati con virus, all’insaputa degli utenti, che agiscono in simultaneità).

Sempre secondo l’analisi è risultato che, chi attacca è più focalizzato su metodi sviluppati per bersagli semplici, come il phishing che spesso si trasmettono per email, piuttosto che su metodi più sofisticati e che richiedono maggior impegno.