La Procura di Roma avvia indagine su attacco informatico da parte degli Anonymous

La Procura di Roma ha avviato una indagine in relazione all’attacco informatico avvenuto sabato 11 Novembre 2017 per mano degli hacker di Anonymous.

Il reato potrebbe essere di accesso abusivo ad archivio informatico. Di fatti gli hacker hanno reso accessibili a tutti, mail, numeri di telefoni, ordinanze di servizio delle Questure ma anche buste paga e fotocopie di documenti appartenenti a forze di polizia e forze armate.

I documenti sono stati diffusi dal blog e dal profilo Twitter degli hacker e sono circa quaranta ma, stando a delle loro affermazioni, potrebbero esserne molti di più.

Subito dopo l’inizio delle indagini lo Stato maggiore della Difesa ha comunicato:

Nessuna informazione a uso d’ufficio è stata in alcun modo trafugata, né, tanto meno, dati e argomenti classificati.

Anche la Polizia ha spiegato:

Al momento non sono state evidenziate ulteriori compromissioni di sistemi informatici istituzionali.

Pierfranco Gubitosa

Consulente SEO e webmaster freelance per passione.

Potrebbero interessarti anche...