Europol: “Rubati 2 miliardi di dati tramite attacchi informatici”

E’ stato da poco pubblicato il rapporto 2017 sul cybercrimine redatto dall’Europol.

In questo report, si è evidenziato come nel 2016 gli attacchi informatici, che hanno colpito tutta l’Europa, abbiano raggiunto 2 miliardi di dati e informazioni rubate. Questo fenomeno rileva un aumento del 750% di malware rispetto al 2015.

Secondo Europol, l’Italia è tra i primi cinque Paesi dell’Ue per la presenza di malware. Stando sempre al rapporto, il 75% di questi software malevoli presenti nell’Unione europea si concentrano in Francia, Italia, Germania, Regno Unito e Spagna.

L’Europa e di conseguenza l’Unione Europea è nel mirino degli hacker informatici per attacchi finanziari e frodi fiscali online. Dietro solo agli Stati Uniti, il Regno Unito denuncia il più alto numero di frodi fiscali avvenute in rete nel mondo (oltre il 9,5% degli attacchi globali). Seguono Francia e Norvegia, colpite entrambe dal 2% degli attacchi finanziari globali. Il Paese dell’Ue più colpito dai malware bancari è la Germania.

 

Pierfranco Gubitosa

Consulente SEO e webmaster freelance per passione.

Potrebbero interessarti anche...